andreabrambo.it

Flixbus, i perché del sì, i perché del no

Flixbus Sì o Flixbus No? Questa domanda ce la poniamo spesso quando stiamo programmando un viaggio; il dilemma sta sempre nel decidere tra la convenienza e la durata. Ho scritto questa breve guida per cercare di capire quando l’autobus low-cost conviene davvero e quando invece è preferibile cercare un’alternativa.

Cos’é?

 

FlixBus è una compagnia di autobus low-cost che sta spopolando in tutta Europa, Italia compresa. Si tratta di una piattaforma internet internazionale che assoccia tantissime compagnie di autobus locali, che sono responsabili dell’esercizio e dell’esecuzione dei viaggi. FlixBus è stata fondata a Monaco, in Germania nel 2011 e ha iniziato a operare nel 2013; nel 2014 operava già su tutta la rete stradale tedesca e nel 2016 si era espansa in tutto il continente. Nel 2018 ci sono state due ulteriori importanti novità: lo sbarco nel mercato nordamericano e il lancio di FlixTrain in Germania. La compagnia dagli autobus verde-arancioni connette tantissime città grandi e medie e le maggiori località turistiche di tutta Europa.

Prenotare sul sito ufficiale è semplicissimo, dall’app ancora di più.

Autobus della compagnia FlixBus, fonte www.flixbus.it Tutti i diritti sono riservati.

Perché Sì, Perché No

 

Basandomi sulle mie esperienze dirette e  indirette, in Italia e all’estero, ho voluto scrivere i motivi per cui conviene sceglierlo e i motivi per cui invece un’alternativa potrebbe essere più conveniente.

Perché sceglierlo?

  • Il prezzo, che, escludendo le offerte super a ribasso, è sempre competitivo rispetto alla concorrenza.
  • L’essere una Compagnia Europea, se a livello ferroviario esistono ancora pochi collegamenti diretti verso l’estero, questi problemi non esistono con FlixBus che pianifica le sue rotte a livello sovranazionale.
  • I tragitti, basandosi principalmente sulla rete autostradale, permette di creare percorsi ad hoc, molto più ‘flessibili’ rispetto a certi percorsi ferroviari, con la conseguenza che FlixBus ha autobus diretti in molti tragitti che in treno faresti con uno-due cambi.
  • La possibilità, su tratte lunghe, di viaggiare in notturna.
  • La capillarità delle località servite.

 

Perché evitarlo?

  • L’utilizzo della rete autostradale ha molti vantaggi, ma ha anche qualche svantaggio, il primo è sicuramente relativo al traffico e agli incidenti, che  hanno un’aleatorità molto alta e ciò può far ritardare il vostro FlixBus anche di qualche ora.
  • Il secondo svantaggio è che spesso, soprattutto in località medio piccole, l’autostazione è situata direttamente al di fuori dell’autostrada, rendendo più scomodo raggiungere il centro città rispetto a una normale stazione ferroviaria.
  • Il tempo di viaggio, sopra i 500km le tempistiche di viaggio iniziano a diventare importanti, e se non si hanno tanti giorni di viaggio vale la pena spendere qualche euro in più e andare in treno o in aereo.

In conclusione, il mio giudizio su FlixBus è estremamente positivo, i prezzi sono molto competitivi e la fetta di mercato delle distanze medie, tra i 200km e i 400km, è un segmento molto importante in cui spesso i collegamenti ferroviari sono carenti, con prezzi e tempi di viaggio poco competitivi. I problemi che ha FlixBus, sono gli stessi di qualsiasi altro operatore di autobus e dipendono quasi esclusivamente da fattori esterni.

Il mio consiglio è comunque quello di valutare sempre i vari fattori (tempo, costo..),e le diverse opzioni, e mai fissarsi esclusivamente su un modalità di viaggio. Il mondo è bello perché è vario.

P.s: sei interessato a effettuare un viaggio InterFlix? Clicca qui per scoprire come funziona!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *