andreabrambo.it

Interrail: itinerari in Europa Centrale

Hai in mente di fare un Interrail ma non sai dove? Hai in testa alcune città da visitare ma non sai se ha senso visitarle nello stesso viaggio? Niente paura, ho la soluzione. In questo post illustrerò dei possibili itinerari Interrail per quest’estate!

Piccola premessa: le mie sono idee da cui prendere spunto, l’Interrail può essere sempre modificabile a tuo piacimento, perché ricorda che il viaggio lo costruisci tu!

Dopo le anticipazioni nell’articolo precedente, in questo post andrò a trattare l’Europa Centrale: Francia, Germania, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo, Svizzera e Austria. Per prima cosa illustrerò dei prototipi di viaggio da fare con il Global Pass, poi passerò al One Country Pass. Se invece stai pensando di visitare Spagna e Portogallo, clicca qui!

Non sai quali sono le differenze tra Global Pass e One Country pass? Scoprilo nella guida pratica per l’Interrail!

Se invece vuoi andare sul sito ufficiale del Pass: www.interrail.eu.

Global Pass

 

È un must, un viaggio che ti permette realmente di attraversare l’Europa, passando da uno stato all’altro come io passo dalla cucina al salotto.

Capitali o no, l’essenza dei Global Pass principalmente sono le città, magari con culture e genti profondamente diverse che riescono a fondersi magicamente in un unico viaggio.

Il Global Pass parte da 3 giorni di viaggio in 1 mese e arriva a 3 mesi di viaggio consecutivi, il tutto l’ho spiegato bene nella guida pratica: 7 giorni di viaggio in un mese di tempo, è quello che mi sento di consigliare a tutti i neofiti che vogliono viaggiare per l’Europa, non a caso è il più acquistato. I pass da 3 e 5 giorni di viaggio li considero un po’ riduttivi per un Viaggio in Europa con la V maiuscola; i pass da 10,15 giorni di viaggio in 2 mesi, da 15 giorni di viaggio in totale (ovvero potendo viaggiare tutti i giorni) sono sicuramente molto interessanti, ma necessitano di disponibilità economiche e temporali importanti.

Quindi, come Global Pass mi limiterò a proporre itinerari da 7 giorni di viaggio in un mese di tempo, iniziando e finendo il viaggio in Italia. Vediamone alcuni:

  • Italia-Lione-Parigi-Bruxelles-Amsterdam-Berlino-Monaco-Italia
  • Italia-Marsiglia-Parigi-Bruxelles-Amsterdam-Lussemburgo-Francoforte-Italia
  • Italia-Vienna-Monaco-Norimberga-Berlino-Francoforte-Zurigo-Italia
  • Italia-Innsbruck-Monaco-Stoccarda-Strasburgo-Basilea-Zurigo-Italia
  • Italia-Graz-Vienna-Salisburgo-Monaco-Zurigo-Berna-Italia
  • Italia-Basilea-Strasburgo-Lussemburgo-Bruxelles-Parigi-Lione-Italia

Ricordati sempre che l’itinerario lo costruisci te! E che potenzialmente sono infiniti!

Nulla vi vieta poi di aggiungere all’interno del vostro viaggio anche uno o più voli, magari di andata o di ritorno: si tratta di una spesa in più, ma, con le offerte giuste, sarà quasi irrilevante.

Considera poi che in un giorno di viaggio, i treni da prendere sono potenzialmente illimitati, sarà possibile, tra una città e l’altra, effettuare una breve sosta in qualche località interessante lungo il tragitto, magari lasciando gli zaini nei depositi bagagli delle stazioni.

Vuoi altri consigli? Scopri 8 consigli utili per organizzare un Interrail!

One Country Pass

 

Ovvero: viaggiare in un solo paese. Anche per i One Country Pass, i viaggi giornalieri sono illimitati.

Esistono One Country Pass per tutti i paesi europei, ad eccezione del vostro paese di residenza e di Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo che sono uniti nel Benelux Pass. Il viaggio in un solo paese è sicuramente dedito alla scoperta della cultura di una nazione specifica ed è uno dei migliori modi per scoprire un paese in tutte le sue sfumature.

Gli Interrail One Country Pass valgono solo ed esclusivamente nel paese scelto, non sono previsti viaggi di entrata o uscita dal paese. Se il paese è vicino o confina con l’Italia, come nel caso di Francia, Svizzera, Austria e Germania, consiglio di fare almeno uno dei due viaggi (di ingresso o di uscita) direttamente con un treno prenotato dall’Italia. Nel caso del Benelux consiglio di fare entrambi i viaggi in aereo.

I One Country Pass ti permettono di viaggiare:

  • 3 giorni in 1 mese effettivo
  • 4 giorni in 1 mese effettivo
  • 5 giorni in 1 mese effettivo
  • 6 giorni in 1 mese effettivo
  • 8 giorni in 1 mese effettivo

I prezzi sono però differenti ed i paesi come Francia, Germania e Svizzera hanno prezzi più alti.

In questo caso non mi sento di consigliarvi nessun pass specifico, certamente un pass di 3 giorni in Francia e Germania rischia di ridurre l’essenza vera del viaggio.

Francia

 

Nello stato più visitato al mondo sono possibili miriadi di combinazioni di viaggio, i treni funzionano bene, e la rete è ampia, ma dove andare con il treno?

  • A Parigi e Versailles.
  • Al mare, in Costa Azzurra: Cannes, St. Tropez, Nizza, Montecarlo, Mentone, Antibes, Fréjus.. fino a Marsiglia.
  • A seguire il Tour de France.
  • A Strasburgo, Colmar, e in tutta l’Alsazia.
  • In Bretagna e Normandia e sulla stupenda isola di Mont Saint-Michel.
  • A Tours, Orleans, Nantes e tutta la Valle della Loira con i suoi castelli.
  • A Lione, Bordeaux, Avignone, Rouen, Lilla, Montpellier, Aix-en-Provence e nelle tantissime città di medie dimensioni che puntellano il paese.
Germania

 

Famosa per la sua efficienza ferroviaria, la Germania è un paese multicentrico, dove tutte le città sono interconnesse tra di loro a livello ferroviario, ma dove andare?

  • A Berlino.
  • Costeggiando la Valle del fiume Reno: Friburgo, Heidelberg, Francoforte, Coblenza, Colonia e Bonn, la vecchia capitale.
  • Nella mineraria regione della Ruhr, da cuore dell’industria pesante tedesca a esempio di sviluppo sostenibile: Düsseldorf, Essen, Dortmund, Duisburg e Wuppertal.
  • Nei suoi parchi divertimento, considerati i migliori del mondo: Europa Park, Phantasialand, Legoland e tantissimi altri.
  • Nelle città del nord: Amburgo, Brema, Kiel e Rostock.
  • A Monaco, e in tutta la Baviera.
  • Nella ex-Germania-est: da Berlino a Postdam, Lipsia e Dresda.
  • A Füssen: sede dello spettacolare castello di Neuschwanstein.
Benelux

 

Nel cuore delle istituzioni europee: Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo sono da tempo uniti nella macroregione del Benelux, e anche se le compagnie ferroviarie sono ancora diverse, i collegamenti tra i tre paesi sono ottimi, dove andare con il treno?

  • Nel Granducato di Lussemburgo a scoperta della sua pittoresca capitale.
  • A Bruxelles, nel cuore dell’Unione Europea.
  • Nelle bellissime Bruges, e Gand e nella trendy Anversa.
  • Sulla sabbia della costa delle Fiandre occidentali.
  • Ad Amsterdam, tra vizi e cultura.
  • Nella moderna Rotterdam.
  • A girare in bicicletta nel parco De Hoge Veluwe, o tra i mulini a vento di Kinderdijk.
  • Nelle bellissime città di Utrecht e Maastricht.
  • Nel parco floreale di Keukenhof.
Austria

 

Anche in questo stato, le ferrovie non peccano, ma dove andare in questo paese alpino dal passato importante?

  • A Vienna, la capitale Imperiale.
  • Nel cuore del Tirolo, a Innsbruck.
  • A Graz, città dall’anima studentesca.
  • A Salisburgo: tra Mozart, le miniere di sale, il Salzkammergute.
  • Nei suoi stupendi laghi.
Svizzera

 

“Preciso come un orologio svizzero”, qua il rischio di trovare un treno in ritardo è bassissimo, ma dove andare in questo preciso paese?

  • A Berna, la piccola e incantevole capitale.
  • A Zurigo, capitale economica e patria della Street Parade.
  • Nelle pittoresche località alpine di Zermatt, Coira, Briga, Interlaken, St. Moritz..
  • Sui fantastici laghi di: Lucerna, Lugano, Ginevra..

E i treni panoramici?

Niente paura, alcuni treni panoramici come il Bernina Express, il Golden Pass o il Glacier Express sono compresi nel One Country Pass svizzero, ma necessitano di prenotazione a pagamento. Altri invece, come le Centovalli, non necessitano nemmeno della prenotazione.

Anche se alcuni necessitano di prenotazione a pagamento, i treni panoramici all’interno del Pass sono sicuramente il modo migliore per godersi i paesaggi alpini in questo paese, oltre che più convenienti di un viaggio classico (senza Pass) a bordo di questa speciale categoria di treni.

E ora, avete scelto un itinerario? Scrivetemelo nei commenti!

 

2 pensieri su “Interrail: itinerari in Europa Centrale

  1. Andrea Ciceri

    Non capisco bene la questione del One Country Pass, perché consigli di andare con un treno prenotato direttamente dall’Italia (almeno all’andata o al ritorno) se tanto comunque non é coperto dal pass?

    1. AndreaBrambo Autore dell'articolo

      Ciao Andrea,
      Francia, Svizzera e Austria sono paesi che confinano con l’Italia, (la Germania pur non confinando, non è distante in linea d’aria) e tutti hanno buoni collegamenti ferroviari con il nord del paese. Il treno è mediamente più economico (e comodo) dell’aereo, quindi iniziare (o finire) il viaggio varcando il confine a bordo di un treno, lo ritengo fattibile. Chiaramente nel caso del Benelux (o se si vuole visitare il nord di Francia e Germania) consiglio di fare andata e ritorno in aereo.

      Sono tante le città comodamente raggiungibili con treni DIRETTI dall’Italia: Lione, Nizza, Cannes, Marsiglia e anche Parigi in Francia; Monaco, Francoforte e Friburgo in Germania; Vienna e Innsbruck in Austria e praticamente tutte (Zurigo, Berna, Basilea, Lucerna..) le città Svizzere.

      Se parti dal sud Italia, ovviamente, questo consiglio risulta più difficile da seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *