andreabrambo.it

Milano e la Statua della Libertà

Viaggi, Curiosità, Passione: così recita il motto del blog, oggi vorrei parlarvi della seconda parola: Curiosità. Da sempre sono stato un bambino, poi divenuto ragazzo, curioso, ma in che senso? In senso largo, curioso di tutto. La mia curiosità mi ha portato a leggere e informarmi, attraverso qualsiasi tipo di Media, tradizionale e non, su tantissimi fatti. Le Curiosità di cui mi sono interessato maggiormente sono quelle Geografiche & Storiche.

Ora vorrei stimolare la vostra.

Mi è scaturita l’idea di aprire una nuova categoria sul blog e, una volta a settimana, ogni Martedì, condividere una curiosità singolare, particolare, che magari potrà rendere interessante o curioso un luogo che oggi non lo è.

Non posso che iniziare dal cuore della città dove sono cresciuto, il Duomo di Milano.

Duomo di Milano

Ma ora lasciamo il Duomo da parte e chiamiamo in causa altri due protagonisti: il primo è la città globale per eccellenza: New York; il secondo è un (al tempo) giovane scultore francese: Frédéric Auguste Bartholdi.

Cos’hanno in comune Milano e New York? Tanto, la prima cosa che può venire in mente è la finanza, entrambe le città sono le capitali economiche del loro Stato; ma Milano e New York hanno in comune qualcos’altro, qualcosa di speciale, che unisce in modo inossidabile le attrazioni principali delle due città.

A questo punto entra in scena il nostro terzo protagonista, lo scultore Bartholdi, poco noto al vasto pubblico, il francese collaborò con il ben più noto Gustave Eiffel nella progettazione e costruzione della Statua della Libertà, inaugurata sulla rocciosa Liberty Island nel 1886.

Cosa hanno in comune Duomo di Milano e Statua della Libertà? Sulla facciata del Duomo sono presenti moltissime statue, una di questa è la: Legge Nuova, scolpita nel 1810 da Camillo Pacetti. Non serve essere un critico d’arte per notare la netta somiglianza con la Statua situata nel porto di New York. 

Libertà della poesia 

Sono tante le statue che sono state prese in considerazione da Bartholdi per progettare la Libertà che illumina il mondo , Il San Carlone di Arona e il Colosso di Rodi sicuramente per le dimensioni. La Libertà della Poesia, presente sul monumento funebre di Giovanni Battista Niccolini nella basilica di Santa Croce a Firenze, è probabilmente la statua più quotata come fonte di ispirazione, c’è però un’altra cosa che devo dirvi. La Legge Nuova è situata sul balcone principale del Duomo, accanto ad essa è posta la Legge Vecchia, cosa notiamo? La Legge Vecchia nel braccio sinistro tiene della tavole, molto simili alla tavola dell’Indipendenza Americana che la Statua della Libertà tiene sempre nel braccio sinistro. Possiamo dire che la Statua della Libertà sia frutto della fusione tra le due statue meneghine?

Legge Nuova e Legge Vecchia

 

 

2 pensieri su “Milano e la Statua della Libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *