andreabrambo.it

Milano: HangarBicocca

Inaugurato nel 2004, il Pirelli HangarBicocca è uno spazio espositivo dedicato all’ arte contemporanea. Situato a Milano, nel quartiere della Bicocca, l’Hangar è uno dei pilastri su cui si è costruita l’identità del nuovo quartiere, dopo che, a partire dagli anni ’80, fu avviata la dismissione di gran parte delle sue aree industriali.

Il quartiere della Bicocca

 

Tra gli anni ’90 e il 2000, lo storico quartiere industriale, dove fino a pochi anni prima erano presenti importantissime aziende come la Pirelli, la Breda, l’Ansaldo, era al centro di una grande riqualificazione urbana. Le fabbriche avevano trasferito le loro sedi di produzione all’estero e l’ultimo quartiere operario della città di Milano era destinato a cambiare fisionomia per sempre.

l’Università Milano-Bicocca oggi

Scappate le fabbriche, nel 1998, si è insediata nel quartiere l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, che insieme a centri di ricerca e alle sedi legali di moltissime aziende (tra cui la stessa Pirelli) ne ha cambiato definitivamente il volto.

La storica multinazionale milanese ha voluto essere protagonista attiva anche del rilancio  artistico-culturale del quartiere e in questo continua a lasciare un segno indelebile anche nel presente. La fondazione No-Profit Pirelli HangarBicocca è nata dall’acquisto e dal successivo restauro del 2004 di un edifico abbandonato che è ora uno spazio espositivo d’arte contemporanea.

Pirelli HangarBicocca

 

Lo spazio espositivo è un esempio ben conservato di Archeologia Industriale. Risparmiato alla demolizione, l’edificio è stato costruito dalla società Breda all’inizio del ‘900 ed è formato da tre diversi corpi di fabbrica: lo Shed, Il Cubo e le Navate. Lo Shed, realizzato con mattoni a vista, è la parte più antica dello stabilimento. Il Cubo e le Navate, costruiti rispettivamente nel 1955 e nel 1965, sono la parte più monumentale del complesso. Oggi l’HangarBicocca si estende su una superficie di 15.000 metri quadrati: uno tra gli spazi espositivi più grandi d’Europa!

La fondazione ospita ogni anno diverse mostre temporanee di importanti artisti contemporanei italiani e stranieri, tra i più famosi posso citare: Marina Abramović, Carsten Höller, Alfredo Jaar e Apichatpong Weerasethakul.

Accanto alle mostre temporanee che vanno e vengono, sono presenti due installazioni permanenti; la più celebre, I Sette Palazzi Celesti 2004-2015, è dell’artista tedesco Anselm Kiefer. L’opera, situata all’interno di una navata, è stata realizzata nel 2004 ed è composta da sette torri alte tra i 14 e i 18 metri e 5 grandi tele pittoriche aggiunte successivamente. L’installazione, rimandando a elementi simbolici della tradizione ebraica, richiama alle grandi costruzioni architettoniche del passato, oggi in rovina, come rappresentazione del tentativo dell’uomo di avvicinarsi a Dio. L’altra opera permanente è La Sequenza di Fausto Melotti, situata all’esterno, davanti all’ingresso.

I Sette Palazzi Celesti

Lo spazio esterno dell’Hangar ospita invece delle opere di Street Art. Fino ad Aprile 2019 sarà presente Efêmero, curato dai fratelli brasiliani Osgemeos, si tratta della prima mostra Outside the Cube, che mette a disposizione agli artisti lo spazio esterno del cubo.

Outside the Cube

Consigli utili e Informazioni

 

La forza dell’HangarBicocca, che negli ultimi anni ha attirato sempre più visitatori, sta soprattutto nel numero, nella qualità e nella rapidità di ricambio delle mostre temporanee. Per essere sempre aggiornati: hangarbicocca.org.

L’ingresso è gratuito, l’ orario di apertura è: 10-22 nei giorni dal Giovedì al Sabato. All’interno è presente un Bistrot, un Bookshop ed una interessante sala lettura.

HangarBicocca è situato a Milano in via Chiese 2. È comodamente raggiungibile a piedi dalla stazione Ponale della M5, o in alternativa dalla linea autobus 51 (fermata Via Chiese-HangarBicocca).

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *