andreabrambo.it

Milano: storia e curiosità sul Ponte delle Sirenette

Il Ponte delle Sirenette, o delle “Sorelle Ghisini”, è un piccolo simbolo di Milano. Ubicato all’estremità del laghetto di parco Sempione, il ponte è divenuto meta di coppie di innamorati che, mano nella mano, passeggiano per le viuzze del parco.

Il Ponte delle Sirenette all’interno di parco Sempione

Il piccolo ponte in ferro è così chiamato per le quattro statue di sirene con un remo in mano, che si ergono sui piloni posti alle quattro estremità.

Interessante direte, ma qual è la curiosità?

Semplice: il ponte originariamente non si trovava in parco Sempione, ma nell’attuale via Visconti di Modrone, dove attraversava la cerchia dei Navigli, collegando la ex-via San Damiano con l’omonima contrada.

Soprannominato il ponte delle “Sorelle Ghisini”, per via del materiale utilizzato per le statue delle sirene: la Ghisa, il ponte è stato costruito tra il 1840 e il 1842 su progetto dell’architetto Francesco Tettamanzi, le statue invece, furono opera dello scultore Bernardo Cacciatori.

Il ponte in via Visconti di Modrone

Inaugurato il 23 giugno 1842 da Ranieri Giuseppe d’Asburgo-Lorena, viceré del Regno Lombardo-Veneto, il ponte è rimasto nella sua posizione originaria fino al 1930, quando, durante l’epoca fascista, in nome del progresso, fu deciso di interrare la cerchia dei Navigli. Il ponte non era degno di sepoltura, e alla fine le “Sorelle Ghisini”  furono semplicemente sfrattate, la nuova collocazione in parco Sempione, un luogo meno visibile, ma certamente più romantico, fu subito accolta con successo, specialmente dalle giovani coppie.

Anche nella Milano ottocentesca, gli innamorati si davano appuntamento al Ponte delle Sirenette tanto che già nel 1850, alcuni passanti osservandolo si rendevano conto della posizione infelice in cui era situato.

Oggi, dopo vari restauri, le “Sorelle Ghisini” continuano ad attirare giovani innamorati, in cerca di un po’ di tranquillità nella caotica Milano.

 

Un pensiero su “Milano: storia e curiosità sul Ponte delle Sirenette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *