andreabrambo.it

Passeggiare lungo la riviera degli ulivi, da Garda a Lazise

Da Garda a Lazise, passando per il paese di Bardolino e per il piccolo borgo di Cisano, una bellissima pista ciclo-pedonale costeggia questo tratto della costa orientale del lago di Garda.

Sia a piedi, che in bicicletta, percorrerla è un ottimo modo per scoprire la sponda veronese del lago, la cosiddetta riviera degli ulivi, per via dei tanti terrazzamenti del prezioso albero che ricoprono le colline circostanti. Questa bellissima passeggiata collega tre dei borghi più caratteristici del lago, e quando  non si trova in prossimità dei borghi, costeggia gli innumerevoli campeggi presenti su questa costa del lago, che non di rado, sono dotati di spiagge e spiaggette pulite ed attrezzate per la balneabilità.

Pesca nel lago

Oltre ai citati borghi, un’altra parte molto suggestiva sono i vari canneti, spesso animati da cigni, anatre e germani reali, che si incontrano lungo il percorso.

Per seguire il percorso basta incamminarsi dal lungolago di uno dei tre borghi e costeggiare il lago; se si parte da Garda si segue per Bardolino in direzione sud e se si parte da Lazise si segue per Bardolino in direzione nord.

La lunghezza del percorso è di 9 Km, la durata invece, quella dipende da voi!

Il nostro percorso inizia da Garda, animato centro di origine medioevale che dà il nome al sopracitato lago. Il borgo è situato all’interno di una pittoresca insenatura, contornata da un lato dalla rocca di Garda, che segna il confine con Bardolino e dall’altro dalla suggestiva punta di San Vigilio, che con la sua scenografica baia delle sirene risulta uno dei punti più esclusivi di tutto il lago.

La rocca di Garda, vista dal lago

Dopo essere partiti da Garda ed aver superato la famosa rocca, il primo borgo che incrociamo è quello di Bardolino, importante centro della sponda veronese del lago. Il nostro pensiero andrà subito, oltre che ai già citati ulivi, al vino, questa località da infatti il nome al Bardolino DOC, vino rosso che viene prodotto in queste terre sulla sponda est del Benaco. Da antico villaggio di pescatori, oggi Bardolino è una delle località più turistiche del lago, complice anche il considerevole numero di campeggi che costeggia il lungolago fino al confine con Lazise. Tra le dolci colline che contornano il paese è possibile imbattersi in un affascinante viaggio nel mondo del vino al Museo del Vino, allestito all’interno della Cantina F.lli Zeni, in località Costabella.

Centro di Bardolino

Continuando a costeggiare il lago verso sud, prima  di Lazise, ci imbattiamo nel piccolo borgo di Cisano, frazione di Bardolino, famoso per ospitare il Museo dell’olio, un percorso, con valenze storico-didattiche, che ha l’intento di contribuire a trasmettere aspetti essenziali della coltura dell’olivo e del rapporto che questo prezioso frutto ha con l’Italia e con il lago di Garda.

Particolare del Museo dell’olio fonte: www.museum.it

L‘ultimo comune (ma primo comune libero d’Italia dal 983 d.c.) che andiamo a toccare è quello di Lazise, probabilmente il più bel borgo del basso lago Veronese, Lazise è una rinomata località turistica dal passato molto turbolento. Il centro cittadino è ancora oggi completamente circondato dalle splendide mura del castello Scaligero.

Porticciolo di Lazise

Scopri storia e curiosità sul primo comune libero d’Italia! Clicca qui!

E se voglio tornare indietro al punto di partenza? Semplice basta prendere il battello! La navigazione lago di Garda offre quotidianamente numerose corse tra tutti i comuni che si affacciano sul lago.

Molo di Bardolino

In alternativa al battello, è presente anche un servizio di autobus.

Vuoi altre info sul lago di Garda? Clicca qui per la sponda orientale e qui per quella occidentale!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *